FAQ - Come ci si laurea nei corsi di laurea magistrale

Come ci si laurea nelle lauree magistrali ?
Vieni ammesso alla prova finale dei corsi di laurea magistrale:

  • dopo aver concluso almeno i crediti relativi agli esami dei corsi curriculari, sia quelli obbligatori, che quelli, previsti nell’ordinamento di ciascun corso di studio, a libera scelta e i 3 crediti di Ateneo su attività formative funzionali alla elaborazione della tesi (presenti in alcuni corsi di laurea magistrale, certificati dal proprio relatore di tesi);
  • quando il tuo relatore giudica soddisfacente la tesi prodotta e ne firma il frontespizio.

Se nella laurea magistrale viene svolta un’attività di stage, questa è finalizzata alla preparazione della tesi di laurea e non dà luogo, in sé, al riconoscimento di crediti. Deve inoltre essere organizzata in modo tale da consentire allo studente di contemperare le esigenze di studio e preparazione di una tesi con l’attività svolta presso l’ente.

Resta confermata l’attuale procedura che individua due fasce:

  • fino a 6 punti, in aggiunta al punteggio base, per le tesi di qualità medio o bassa;
  • da 7 a 10 punti, in aggiunta al punteggio base, per le tesi di qualità migliore. In questo caso il relatore deve motivare per iscritto ai componenti la commissione la proposta.

Il punteggio base viene calcolato come media ponderata dei voti conseguiti negli esami su materie obbligatorie e sui corsi a libera scelta. Nel caso i CFU conseguiti nei corsi a libera scelta superino quelli previsti nel piano di studio si considerano le migliori votazioni relativamente ai CFU previsti.

Come viene assegnata la tesi?
Lo studente può richiedere l’assegnazione di un argomento di tesi di laurea magistrale e del relatore quando manchino al massimo 15 crediti al completamento del proprio percorso di studi (esami obbligatori e a libera scelta).
Puoi trovare tutte le informazioni in dettaglio nella sezione “Come ci si laurea” ai seguenti link:

Alcune indicazioni sul formato della tesi
Pur lasciando libertà agli studenti circa il formato della tesi, è richiesta comunque una dimensione minima della pagina: almeno 24 righe di almeno 65 battute.
Chi usa prodotti di videoscrittura può usare le seguenti specifiche:

  • il tipo di carattere è Times New Roman o simile;
  • la dimensione del carattere è 12 punti;
  • l’interlinea è 1,5 e non di più (semmai inferiore, per esempio, esatta a 15 punti);
  • la dimensione della pagina è A4 (29,7 cm - 21 cm);
  • le distanze dai margini del foglio devono essere non inferiori a 2 cm e non superiori a 3 cm, eccetto la distanza dal margine sinistro che può essere anche 3,5 cm per facilitare la rilegatura.

Si raccomanda agli studenti di presentare tesi scritte sul fronte e sul retro di ogni pagina, usando, possibilmente, carta riciclata.

Mi manca un esame per laurearmi, rispetto alla seduta di laurea, qual è la data ultima entro cui posso sostenerlo?
E’ possibile sostenere esami entro, non oltre, i 21 giorni precedenti il primo giorno della seduta di laurea.

Ho consegnato la domanda di laurea ma non riesco a laurearmi nella data prevista, devo ripresentarla?
La domanda di laurea è valida per la seduta di laurea successiva e dura un intero anno accademico considerando che le sedute di laurea di uno stesso anno accademico vanno da luglio ad aprile (es.: luglio 2014 – aprile 2015).

Se mi laureo ad aprile, devo pagare le tasse del nuovo anno accademico?
Ogni anno accademico comprende, oltre alle sessioni di laurea ordinarie, anche due sessioni di laurea straordinarie, previste nei mesi di marzo e aprile dell’anno solare successivo a quello in cui l’anno accademico è terminato. Ad esempio, l’ultima sessione disponibile per laurearsi nell’anno accademico 2013-2014 è quella di aprile 2015. In considerazione di ciò, gli studenti iscritti al terzo anno nell’anno accademico 2013-2014 sono considerati in corso fino alla sessione di laurea di aprile 2015 e non devono pagare le tasse del nuovo anno accademico se si laureano entro tale data.
La sessione di laurea straordinaria di aprile è l’ultima disponibile per l’anno accademico precedente a quello corrente e quindi consente di non pagare le tasse del nuovo anno accademico. Nel caso non si usufruisse di questa sessione, per potersi laureare in quella successiva, quindi a luglio, occorrerà regolarizzare la situazione tasse pagando l’intero ammontare delle tasse ora rateizzato in 3 rate.
Nel caso in cui lo studente che si laurea nella sessione di aprile abbia già pagato la prima rata delle tasse può rivolgersi in segreteria studenti per richiedere un eventuale parziale rimborso.

Quando potrò sapere il giorno esatto in cui mi dovrò laureare?
Circa una settimana prima della sessione di laurea sul sito di Dipartimento > Didattica > Organizzazione didattica > Sedute di laurea , viene pubblicata la suddivisione dei laureandi per ogni giornata.

[Ultimo aggiornamento: 13/10/2016 11:50:30]