Ti trovi qui: Home » Glossario

Glossario

Terminologia universitaria [a cura dell'Ateneo]

| 1-9 | A | B | C | D | E | F | G | H | J | I | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | X | Y | W | Z

150 ore
Forma di collaborazione retribuita tra l'ateneo e gli studenti che di norma ha una durata complessiva di 150 ore.
Ufficio 150 ore
A.A. Anno Accademico
È la definizione di "anno scolastico" riferita all'ambito universitario. Presso l'Ateneo di Modena e Reggio Emilia l'anno accademico inizia generalmente il primo novembre e termina il 31 ottobre dell'anno successivo.
Accesso libero
Riferito ad un corso di studi significa che non è fissato un numero massimo di studenti ammessi. Nei corsi a libero accesso è sufficiente il possesso dei requisiti (titoli di studio o professionali).
Accesso programmato
Riferito ad un corso di studi significa che esiste un numero massimo di posti disponibili per l'ammissione. I corsi di Laurea in Medicina e Chirurgia, Odontoiatria e protesi dentaria, delle professioni sanitarie e Scienze della formazione primaria sono a numero chiuso definito a livello nazionale. Esistono poi corsi di laurea per i quali l'accesso è stabilito anno per anno dal singolo Ateneo. Le regole che disciplinano l'ammissione ai corsi di studio a numero programmato UNIMORE sono definite nei bandi di ammissione.
Bandi studenti
Albo professionale
Registro delle persone abilitate ad esercitare una specifica professione. Per l'iscrizione all'albo è necessario superare un esame di stato per l'abilitazione. UNIMORE è sede di esami di Stato per le seguenti professioni: Medico Chirurgo, Dottore Commercialista ed Esperto contabile, Biologo, Chimico, Ingegnere, Dottore Agronomo e Dottore Forestale, Farmacista, Odontoiatra.
Esami di stato
Alma Laurea
AlmaLaurea è un Consorzio Interuniversitario che rende disponibili on line i curriculum vitae dei laureati delle università aderenti al consorzio per essere il punto d'incontro fra giovani, università e aziende. Raccoglie inoltre per conto degli atenei informazioni e valutazioni dai laureati così da conoscerne il percorso universitario e la condizione occupazionale. Le analisi e le statistiche che ne derivano sono pubbliche e possono orientare i giovani nella scelta universitaria e lavorativa. Allo stesso tempo possono indirizzare gli Organi di Governo degli Atenei nella programmazione delle attività di formazione.
Alma Laurea
Ambito disciplinare
È l'insieme di settori scientifico-disciplinari culturalmente e professionalmente affini, definito dai decreti ministeriali sugli ordinamenti didattici.
Anno di corso
In un corso di studi di durata pluriennale indica il periodo di tempo riferito ad ogni singolo anno. Le attività didattiche quali lo svolgimento di lezioni, esercitazioni e attività di laboratorio hanno luogo generalmente da ottobre a giugno, mentre le verifiche e gli esami di profitto proseguono fino a febbraio/marzo.
Appello
Indica la data nella quale è fissato un esame di profitto.
Attività formativa
Ogni attività organizzata o prevista dalle Università al fine di assicurare la formazione culturale e professionale degli studenti, con riferimento, tra l'altro, ai corsi di insegnamento, ai seminari, alle esercitazioni pratiche o di laboratorio, alle attività didattiche a piccoli gruppi, al tutorato, all'orientamento, ai tirocini, ai progetti, alle tesi, alle attività di studio individuale e di autoapprendimento.
Bando
Avviso di interesse pubblico fatto dalla pubblica amministrazione per far conoscere a tutti che si svolgerà una gara, un concorso o una procedura di ammissione (bando di gara, bando di concorso, bando di ammissione). Normalmente tale comunicazione è pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale e/o sul sito dell'amministrazione interessata e contiene tutte le informazioni necessarie per partecipare alla procedura.
Bando
Borsa di studio
Somma di denaro assegnata a studenti sulla base di criteri di merito o economici al fine di sostenere gli studi.
Borsa di studio
Caratterizzante (insegnamento)
Ogni insegnamento ha una ‘qualità’ legata alla sua funzione formativa nell’ambito del corso di studio. Le attività caratterizzanti sono le materie i cui contenuti riguardano in maniera molto specifica il profilo formativo del corso di studio.
CFU Credito Formativo Universitario
Misura del volume di apprendimento, compreso lo studio individuale, richiesto ad uno studente in possesso di adeguata preparazione iniziale per l’acquisizione di conoscenze e abilità nelle attività formative previste dagli ordinamenti didattici dei corsi di studio. Ad un credito corrispondono 25 ore di lavoro. I crediti relativi a ciascuna attività formativa sono acquisiti dallo studente con il superamento dell’esame o eventualmente di un'altra forma di verifica del profitto.
Ciclo unico
Percorso formativo di 2° livello di durata normale di 5 o 6 anni. Sulla base della normativa nazionale o dell'Unione Europea, ci si accede direttamente con il diploma di scuola secondaria superiore, o altro titolo conseguito all'estero e riconosciuto idoneo, non essendo previsto il primo livello. Per conseguire la laurea magistrale nei corsi a ciclo unico, unitamente alla qualifica accademica di dottore magistrale, lo studente deve aver maturato 300 o 360 CFU, a seconda della durata del corso.
Classe di laurea
Raggruppamento, sulla base di apposito decreto ministeriale, delle attività formative qualificanti che caratterizzano un insieme di corsi di studio aventi lo stesso valore legale. Ogni classe è individuata da un numero e una denominazione.
Complementare (insegnamento)
Si può definire complementare quell'insegnamento che uno studente sceglie di svolgere pur non essendo necessario per la conclusione dello stesso insegnamento.
Concorso pubblico
Sistema principale con cui la pubblica amministrazione seleziona le persone da assumere. Consiste nella valutazione del merito dei candidati per titoli che possiedono o mediante prove orali e scritte.
concorso pubblico
Controrelatore
E' compito del controrelatore svolgere un "esame critico" del lavoro di tesi nel corso della stesura dell'elaborato.
Coordinatore didattico
E’ una figura di supporto per gli studenti creata per consigliarli in materia di didattica e per aiutarli nella gestione dei rapporti con i vari uffici studenti e la facoltà.
Corso di laurea
E’ un percorso formativo che ha l’obiettivo di assicurare allo studente un’adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali, anche nel caso in cui sia orientato all’acquisizione di specifiche conoscenze professionali. La durata normale della laurea è di 3 anni. Per essere ammessi occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. Per conseguire la laurea, unitamente alla qualifica accademica di dottore, lo studente deve aver maturato 180 CFU.
Corso di laurea
Corso di laurea magistrale
E’ un percorso formativo che ha l’obiettivo di fornire allo studente una formazione di livello avanzato per l’esercizio di attività di elevata qualificazione in ambiti specifici. La durata normale della laurea magistrale è di 2 anni. Per essere ammessi occorre essere in possesso della laurea o di un diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. Per conseguire la laurea magistrale, unitamente alla qualifica accademica di dottore magistrale, lo studente deve avere maturato 120 CFU.
Corso di laurea magistrale
Corso di laurea magistrale a ciclo unico
Percorso formativo di 2° livello di durata normale di 5 o 6 anni. Sulla base della normativa nazionale o dell'Unione Europea, ci si accede direttamente con il diploma di scuola secondaria superiore, o altro titolo conseguito all'estero e riconosciuto idoneo, non essendo previsto il primo livello. Per conseguire la laurea magistrale nei corsi a ciclo unico, unitamente alla qualifica accademica di dottore magistrale, lo studente deve aver maturato 300 o 360 CFU, a seconda della durata del corso.
Corso di laurea magistrale a ciclo unico
Corso di studio
Sono corsi di studio i corsi di laurea, di laurea magistrale, di master universitario di primo e secondo livello, di specializzazione e dottorato di ricerca.
Corso di studio a numero chiuso (programmato)
Corso di studio per il quale è previsto un limite massimo di posti disponibili per l’ammissione. Sono a numero chiuso a livello nazionale i corsi in Medicina Chirurgia, Odontoiatria e protesi dentaria, delle professioni sanitarie e Scienze della formazione primaria. Esistono poi corsi per i quali l’accesso è stabilito anno per anno dal singolo Ateneo. Le regole che disciplinano l’ammissione ai corsi di studio a numero programmato sono definite nei relativi bandi di ammissione.
Corso di studio a numero chiuso (programmato)
Corso di studio ad acceso libero
Corso di studio per il quale non è previsto un limite massimo al numero di iscritti.
Curriculum
Insieme delle attività formative universitarie ed extrauniversitarie specificate nel regolamento didattico del corso di studio al fine del conseguimento del relativo titolo.
Debito formativo
Mancanza di determinati requisiti curriculari, ovvero delle conoscenze ritenute indispensabili per l’accesso ad un corso di studi sia di laurea che di laurea magistrale.
Decadenza dagli studi
La decadenza dagli studi comporta l’impossibilità di recuperare il percorso formativo compiuto. Gli iscritti al vecchio ordinamento decadono se passano otto anni accademici di seguito senza superare alcun esame. Gli iscritti a un corso attivato secondo la riforma 3+2 o dell’attuale ordinamento, decadono se passano cinque anni accademici consecutivi senza sostenere alcun esame.
Decreto
Atto ufficiale con cui il capo di un'amministrazione comunica una propria decisione (per esempio: il ministro può emanare un decreto ministeriale, o il rettore dell'università può emanare un proprio decreto).
Delega
Atto con cui una persona autorizza qualcun altro a fare qualcosa al suo posto.
Delibera
Decisione presa, in genere, da un'assemblea (per esempio: consiglio d'amministrazione, consiglio di facoltà, senato accademico).
Dipartimento
Strutture che raggruppano discipline affini, anche di facoltà diverse, con il fine della ricerca scientifica.
dipartimento
Diploma supplement
E’ il certificato, rilasciato insieme al diploma di ogni titolo di studio, che riporta (secondo modelli conformi a quelli di altri Paesi europei) le indicazioni relative al percorso accademico seguito dallo studente per conseguire il titolo stesso. Consente di riconoscere a livello europeo il titolo accademico conseguito, il contesto formativo di riferimento e il percorso didattico seguito dallo studente. Nell'ambito universitario favorisce la mobilità nazionale e internazionale degli studenti e nel contempo certifica le conoscenze e le competenze acquisite durante il percorso di studi, anche nella prospettiva dell'inserimento nel mondo del lavoro.
Diritto allo studio
Si intende una serie di interventi a carattere economico attuati per garantire a tutti gli studenti, in particolare ai meno abbienti, la possibilità di portare a termine il proprio percorso di studio.
diritto allo studio
DOLLY
Deriva dall'acronimo DOL Didattica On Line, reso più confidenziale con l'aggiunta delle lettere finali LY. Indica il sistema che consente ai singoli docenti di pubblicare informazioni o materiale del proprio corso nell’ambito delle attività di formazione a distanza proposte da Unimore. Centro e-learning di ateneo
Centro e-learning di ateneo
ECTS Students Mobility
Acronimo inglese del Sistema europeo di trasferimento di crediti accademici, con l’obiettivo di promuovere il riconoscimento accademico degli studi effettuati all’estero. La sua applicazione facilita il riconoscimento dei risultati accademici degli studenti grazie all’uso di misure comprese da tutti nello stesso modo — i“crediti” e i voti.
ECTS Students Mobility
Equipollenza
L'equipollenza dei titoli di studio esteri, scolastici o accademici, è l'esito della procedura mediante la quale l'autorità scolastica o accademica determina l'equivalenza, a tutti gli effetti giuridici, di un titolo di studio conseguito all'estero con un determinato titolo presente nell'ordinamento italiano.
Erasmus Student Mobility
Progetto che offre la possibilità a studenti universitari europei, ma anche a docenti e dottori universitari, di effettuare un periodo di studio in un università straniera.
Erasmus Student Mobility
Esame (di profitto)
Verifica del profitto dello studente.
Esame di stato professioni
Alcuni laureati, per esercitare la libera professione, dovranno superare un Esame di stato (detto anche di "abilitazione") . Questo permetterà loro di iscriversi all'albo professionale di appartenenza.
Esami di stato
Esonero tasse
Oltre alla riduzione delle tasse sulla base della situazione economica (ISEE), sono previsti esoneri totali o parziali delle tasse e dei contributi per studenti idonei alle borse di studio, particolarmente meritevoli dal punto di vista del profitto universitario o per particolari condizioni (studenti disabili).
Esposto
Atto mandato a un ufficio per riferire qualcosa o per denunciare un fatto accaduto.
ESSE3
Per i servizi interattivi di Segreteria Studenti come la preimmatricolazione o la consultazione della propria posizione amministrativa è attivo il servizio ESSE3, che permette anche l'iscrizione agli appelli d'esame e varie altre funzioni.
Esse3
FAD Frequenza a distanza
Modalità didattica che prevede la trasmissione delle lezioni attraverso sistemi audio/video. Le lezioni possono essere fruite dagli studenti in tempo reale, oppure mediante registrazioni effettuate durante le lezioni.
FAD Frequenza a distanza
FAQ
Acronimo dall'inglese "Frequently Asked Question", che significa "Domande poste frequentemente". Indica un insieme di domande e relative risposte ai quesiti comuni relativi ad un certo argomento.
Fondamentale (insegnamento)
L'insegnamento è quell'attività formativa che comprende delle lezioni in aula di varia tipologia: laboratorio, seminario, corso. Si può definire fondamentale quella parte dell'attività formativa che è necessaria per la comprensione /svolgimento stessa/o dell'attività.
Frequenza
La frequenza può essere obbligatoria o meno.
Fuori corso
Sono definiti studenti fuori corso quelli che, pur avendo seguito l'intero Corso di Laurea con regolare frequenza non abbiano sostenuto tutti gli esami o l'esame di Laurea; studenti che non abbiamo chiesto o ottenuto l'iscrizione a un anno successivo pur avendone i requisiti; studenti che non hanno superato gli esami obbligatoriamente richiesti per passare agli anni successivi.
Gara di appalto
La gara con la quale l’Amministrazione Committente individua il soggetto cui affidare la gestione del patrimonio.
Gara di appalto
Immatricolazione
Operazione di prima iscrizione all'ateneo. Si utilizza il termine "immatricolazione" perchè da questo momento viene attribuito ad ogni studente un numero di identificazione unico detto anche "numero di matricola" dello studente. Per iscriversi occorre completare la procedura consegnando la documentazione richiesta all’ufficio immatricolazioni.
Immatricolazione
Indirizzo
Si definisce cosi, il percorso di studi che uno studente può scegliere. Può essere l'indirizzo per un corso di laurea o laurea specialistica.
Interclasse
Un corso di Laurea o Laurea Magistrale che fa riferimento a più classi di laurea. Il titolo di studio finale sarà comunque specifico per una sola delle classi. Lo studente dovrà scegliere la classe di laurea all'atto dell'iscrizione o durante il corso di studi.
Iscrizione
Atto formale attraverso il quale si viene inseriti in una lista, in un registro, in un gruppo. Attraverso l'iscrizione all'università si acquista il diritto e si assume l'impegno di partecipare all'attività didattica al fine di conseguire un titolo di studio.
Iscrizione
ISEE/ISPE
La condizione economica dello studente per l'accesso ai benefici è individuata sulla base dell'Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) di cui al D.lgs. 31 marzo 1998, n. 109 e successive modifiche ed integrazioni, dell'Indicatore della Situazione Patrimoniale Equivalente (ISPE) e delle ulteriori disposizioni specifiche di cui all'art. 5 del D.P.C.M. 9 aprile 2001. La condizione economica dello studente si determina sulla base del numero dei componenti e delle caratteristiche del nucleo familiare, della natura e dell'ammontare dei redditi percepiti dai componenti del nucleo familiare e della consistenza del patrimonio mobiliare e immobiliare familiare.
Istanza
Domanda diretta a un'autorità per ottenere qualcosa.
Laurea magistrale
E’ un percorso formativo che ha l’obiettivo di fornire allo studente una formazione di livello avanzato per l’esercizio di attività di elevata qualificazione in ambiti specifici. La durata normale della laurea magistrale è di 2 anni. Per essere ammessi occorre essere in possesso della laurea o di un diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. Per conseguire la laurea magistrale, unitamente alla qualifica accademica di dottore magistrale, lo studente deve avere maturato 120 CFU.
Laurea magistrale
Laurea Magistrale a ciclo unico
Percorso formativo di 2° livello di durata normale di 5 o 6 anni. Sulla base della normativa nazionale o dell'Unione Europea, ci si accede direttamente con il diploma di scuola secondaria superiore, o altro titolo conseguito all'estero e riconosciuto idoneo, non essendo previsto il primo livello. Per conseguire la laurea magistrale nei corsi a ciclo unico, unitamente alla qualifica accademica di dottore magistrale, lo studente deve aver maturato 300 o 360 CFU, a seconda della durata del corso.
Laurea Magistrale a ciclo unico
Lettore
Gli vengono attribuite diverse funzioni dalle esercitazioni alle verifiche, passando per altre attività di supporto come collaborazione nella preparazione di prove di verifica, nell’ elaborazione e aggiornamento di materiale didattico. Partecipazione a riunioni di lavoro con gli altri collaboratori linguistici e con i docenti di lingua. Attività di recupero e consulenza per gli studenti nei mesi di sospensione delle attività didattiche. Collaborazione nella selezione di materiali didattici da acquisire per lo svolgimento di attività di esercitazione. Attività di consulenza agli studenti relativa a soggiorni di studio e ricerca nel paese di provenienza del lettore di scambio.
Lezione
Metodo didattico consistente nella presentazione formale ad un uditorio anche ampio, da parte di un docente di nozioni che devono essere acquisite da più discenti, seguita da ampia discussione con i presenti. Possono essere utilizzati sussidi audiovisivi e dimostrazioni.
Libretto universitario
Il libretto è un documento personale dello studente rilasciato al momento dell'immatricolazione, nel quale vengono registrati gli esami sostenuti con l'indicazione della titolatura dell'insegnamento, il voto, il numero di crediti e la firma del docente.
Manager didattico
E’ un manager dei servizi formativi che opera nell’ambito di una istituzione di alta formazione universitaria, indifferentemente pubblica o privata, con la finalità di concorrere a garantire una gestione strategica dei processi formativi e un’erogazione ad alti livelli qualitativi dei servizi formativi. Si tratta di una nuova figura professionale specifica, la quale, interagendo con altri soggetti, alimenta e governa quel delicato e complesso processo formativo – di cui deve tenere ben ferma una visione globale - attraverso il quale uno studente consegue un titolo di studio universitario.
Manifesto degli studi
Insieme delle informazioni fondamentali del corso di studio con particolare attenzione agli insegnamenti attivati e ai crediti formativi attribuiti. E’ consultabile di norma sul sito di Ateneo e di Facoltà.
Matricola
Studente iscritto al primo anno di una facoltà universitaria.
Mensa universitaria
Servizio di ristorazione universitario a cui possono accedere a tariffa convenzionata gli Studenti iscritti all'Università, previa esibizione dalla student-card.
Mobilità
La mobilità degli studenti è promossa per consentire loro di seguire all'estero corsi ufficiali che saranno riconosciuti dall'Università di origine, procedere alla preparazione parziale o totale della tesi e addirittura, in presenza di accordi specifici, conseguire un doppio titolo di studio (doppia laurea e doppio diploma).
Mobilità
Modulo didattico
Indica una parte di un corso che può costituire un'unità a sé. I singoli moduli che costituiscono un corso possono essere tenuti anche da docenti diversi, sotto la responsabilità generale di uno di essi. In molti casi (ma non in tutti) il corso risulta composto di un modulo di base e di un modulo di approfondimento, e lo studente, a seconda della richieste del suo Corso di Laurea, può limitarsi al solo modulo di base. Normalmente, per usufruire del modulo di approfondimento, bisogna acquisire anche il modulo di base.
Mora
Importo dovuto a causa di un ritardo nel compimento di un obbligo, solitamente viene applicata ai pagamenti effettuati oltre la data di scadenza.
Numero programmato (Corso di studio a numero chiuso - programmato)
Corso di studio per il quale è previsto un limite massimo di posti disponibili per l’ammissione. Sono a numero chiuso a livello nazionale i corsi in Medicina Chirurgia, Odontoiatria e protesi dentaria, delle professioni sanitarie e Scienze della formazione primaria. Esistono poi corsi per i quali l’accesso è stabilito anno per anno dal singolo Ateneo. Le regole che disciplinano l’ammissione ai corsi di studio a numero programmato sono definite nei relativi bandi di ammissione.
Numero programmato (Corso di studio a numero chiuso - programmato)
Obiettivi formativi
Insieme di conoscenze e abilità che caratterizzano il profilo culturale e professionale al conseguimento delle quali è finalizzato il corso di studio.
Ordinamento didattico
Articolazione del percorso formativo finalizzata al conseguimento del titolo di studio rilasciato dall’Ateneo, approvata dal Miur (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca) in conformità ai decreti ministeriali sulle classi universitarie. Ogni ordinamento didattico determina: a) denominazioni e gli obiettivi formativi dei corsi di studio, indicando le relative classi di appartenenza; b) il quadro generale delle attività formative da inserire nei curricula; c) i crediti assegnati a ciascuna attività formativa e a ciascun ambito; d) le caratteristiche della prova finale per il conseguimento del titolo di studio.
Orientamento allo studio
I servizi e le attività di orientamento allo studio universitario sono rivolti a coloro che affrontano per la prima volta un percorso di studi universitario, oppure a chi, già in possesso di un titolo accademico, desidera intraprendere un nuovo curriculum di studi.
Orientamento allo studio
Piano di studi
Insieme di esami o il percorso formativo che lo studente deve svolgere per poter accedere all'esame di laurea.
Preiscrizione
Le preiscrizioni universitarie interessano tutti gli studenti dell'ultimo anno delle scuole superiori. Si effettuano solo via Internet, compilando un modulo telematico accessibile dal sito del Ministero dell'Istruzione dell'Università e della Ricerca, in cui lo studente indica le sedi universitarie presso le quali intende preiscriversi e l'area didattico-culturale o i corsi verso i quali è orientato. Non sono né obbligatorie né vincolanti, sono utili agli atenei per programmare l'offerta formativa e i servizi per gli studenti e per organizzare iniziative e attività di orientamento.
Premio di laurea
Riconoscimento dell'impegno di uno studente universitario per il conseguimento del titolo di laurea. Il premio consiste in un contributo in denaro.
Premio di Studio
Riconoscimento dell’impegno di uno studente che sostiene in un anno tutti gli esami previsti con una media particolarmente alta. Il premio consiste in un contributi in denaro.
Preside di facoltà
Il Preside, conformemente agli indirizzi ed alle determinazioni del Consiglio: rappresenta la Facoltà, convoca e presiede il Consiglio, esercita funzioni di iniziativa, promozione e coordinamento, svolge attività di vigilanza e di controllo, sovraintende al regolare svolgimento delle attività didattiche ed organizzative della Facoltà, esercita inoltre tutte le competenze attribuitegli dall’ordinamento universitario, dallo Statuto e dai Regolamenti.
Presidente del corso
Ciascun consiglio di corso di studio elegge un presidente al quale spetta: convocare e presiedere il consiglio, coordinandone l'attività e provvedendo alla esecuzione delle relative deliberazioni; adottare provvedimenti di urgenza su argomenti afferenti alle competenze del consiglio sottoponendoli allo stesso, per ratifica, nella prima adunanza successiva; partecipare alle riunioni del comitato di presidenza della facoltà, se istituito; predisporre la relazione annuale sull'attività didattica; sovrintendere alle attività del corso di studio e vigilare, su eventuale delega del preside, al regolare svolgimento delle stesse; proporre al preside la commissione per il conseguimento del titolo accademico e nominare, su proposta dei professori ufficiali, le commissioni per gli esami dei singoli insegnamenti.
Prestiti fiduciari
Consiste in un prestito di denaro. L’Azienda regionale per il diritto agli studi superiori – ER.GO - offre la possibilità di richiedere prestiti fiduciari a studenti iscritti alle Università della Regione, senza necessità di presentare garanzie reali o personali di terzi.
Prestito d'onore
Consiste in un prestito in denaro, concesso per il tramite della Tesoreria Comunale. Il prestito d'onore è personale ed è concesso allo studente indipendentemente dal reditto del nucleo famigliare.
Professore
Colui che insegna nelle scuole superiori e all'università.
Prolusione
Lezione, discorso introduttivi a un corso di studi, a un ciclo di conferenze ecc.
Propedeutico
Corso che necessariamente deve essere sostenuto per poterne seguire un altro.
Regolamento didattico del corso di studi
Regolamento che specifica gli aspetti organizzativi del corso stesso. Determina, in particolare, l’elenco degli insegnamenti con l’indicazione dei settori scientifico-disciplinari di riferimento, nonché delle altre attività formative; gli obiettivi formativi specifici, i crediti e le eventuali propedeuticità di ogni insegnamento e di ogni altra attività formativa; i curricula offerti agli studenti e le regole di presentazione dei piani di studio individuali; la tipologia delle forme didattiche degli esami e delle altre verifiche del profitto degli studenti; le disposizioni sugli eventuali obblighi di frequenza.
Regolamento didattico di Ateneo
Regolamento che disciplina le norme comuni di organizzazione delle attività didattiche, in particolare regolamenta gli ordinamenti didattici ed i criteri di funzionamento dei corsi di studio, nonché delle altre iniziative didattiche, al cui termine sono rilasciati i corrispondenti titoli ed attestati.
Relatore
Professore universitario che affianca lo studente nella preparazione della tesi di laurea.
Requisiti di accesso
Competenze minime e abilità indispensabili richieste a chi intende iscriversi ad un corso di laurea o laurea magistrale. Per essere ammessi ad un corso di laurea occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo di studio conseguito all’estero riconosciuto idoneo. E’ obbligatoria la verifica dell'adeguatezza della preparazione iniziale degli studenti rispetto al corso di studio prescelto, per individuare le eventuali carenze formative, da colmare tramite appositi corsi di recupero, tali da consentire allo studente di frequentare poi con successo le attività didattiche del corso universitario. Per essere ammessi ad un corso di laurea magistrale occorre essere in possesso della laurea o del diploma universitario di durata triennale, ovvero di altro titolo di studio conseguito all’estero riconosciuto idoneo. La verifica della preparazione iniziale degli studenti deve accertare, prima della eventuale immatricolazione, il possesso dei requisiti curriculari indicati come indispensabili per accedere al corso, nonché l'adeguatezza della preparazione personale iniziale. Nel caso in cui l'esito della verifica non sia soddisfacente, lo studente è tenuto a colmare le integrazioni curriculari necessarie in termini di crediti formativi prima dell'ammissione al corso.
Rettore
Rappresentante legale dell'Ateneo. Il rettore rappresenta l'Università e sovrintende a tutte le sue attività. Esercita funzioni di iniziativa, di promozione e di attuazione.
Rinuncia agli studi
Atto con cui uno studente rinuncia formalmente a proseguire gli studi. Si tratta di una dichiarazione irrevocabile.
Semestre
È l'articolazione della parte di anno accademico dedicata alle attività didattiche. L'anno accademico può essere suddiviso in due semestri, ovvero due periodi distinti dell'anno in cui frequentare le lezioni: infatti ci sono insegnamenti che si svolgono nel primo semestre (in genere da ottobre a gennaio, con esami finali a febbraio-marzo) e altri insegnamenti che cominciano nel secondo semestre (da marzo a maggio, con esami finali a giugno-luglio).
Servizio civile
Da la possibilità ai giovani interessati di dedicare (parte di) 12 mesi della propria vita a se stessi e agli altri; formandosi, acquisendo conoscenze ed esperienze e maturando una propria coscienza civica. Il tutto attraverso l'agire concreto all'interno di progetti di solidarietà, cooperazione, assistenza ecc.
Sessione
Periodo di tempo all'interno del quale vengono svolti gli esami di profitto. Generalmente in un anno accademico vengono attivate 3 sessioni: estiva, autunnale, straordinaria.
SSD
Settore Scientifico Disciplinare. Raggruppamento di discipline in base a criteri di omogeneità scientifica e didattica legati alle competenze richieste per la materia.
Stage
Lo stage è un periodo di formazione "sul campo", ovvero presso un'azienda, che costituisce un'occasione di conoscenza diretta del mondo del lavoro oltre che di acquisizione di una specifica professionalità.
Stage
Statuto
Lo Statuto è un' atto che contiene i principi generali di organizzazione e di funzionamento dell'Ateneo.
Tesi di laurea
È un elaborato scritto nel quale lo studente sviluppa un progetto o una ricerca originale, in genere su un argomento relativo a un insegnamento compreso nel proprio piano di studi. È svolto sotto la guida di un docente che ha il ruolo di relatore. La presentazione della tesi e la relativa discussione davanti a una commissione è necessaria per il conseguimento di una laurea specialistica.
Tesina
Breve dissertazione in genere scritta su insegnamenti del Corso di Laurea o in relazione a seminari.
Tessera magnetica
Costituisce il documento di riconoscimento degli studenti iscritti all'Università ed è rilasciata dalla Segreteria Studenti o dall'Ufficio Immatricolazioni . Viene chiamata Student Card e consente l'accesso a: - Torrette (ovvero computer self-service) dislocate in vari punti delle sedi dell'Ateneo, per informazioni, stampa di certificazioni di esami, di frequenza, di iscrizione, per la stampa del bollettino per il pagamento delle tasse universitarie, ecc.; - Biblioteche Universitarie, laboratori linguistico-didattici, laboratori informatici; - Servizio di posta elettronica attivato dall'Università; - Punti ristorazione convenzionati a Modena e a Reggio Emilia a tariffe scontate; - Trasporti urbani a tariffe scontate; - Servizi e attività culturali, ricreative e sportive a tariffe scontate.
Tirocinio
Un periodo di formazione “on-the- job” presso un’azienda o un ente pubblico, che costituisce un’occasione per prendere contatto diretto con il mondo del lavoro e sviluppare una propria professionalità.
Tirocinio
Titolo di studio
Certificato valido a termini di legge che attesta il superamento di un corso di studi. Le Università rilasciano i seguenti titoli: a) laurea (L); b) laurea magistrale (LM); c) master universitari; d) diploma di specializzazione; e) dottorato di ricerca. Al termine dei corsi di laurea, laurea magistrale e dottorato di ricerca si acquisisce, rispettivamente, la qualifica accademica di dottore, dottore magistrale e dottore di ricerca.
Tutor didattico
I Tutor didattici supportano i docenti nello svolgimento dell'attività didattica ed in particolare si occupano di seguire gli studenti con maggiori debiti formativi e con difficoltà nell'apprendimento del metodo di studio universitario.