Ti trovi qui: Home » Archivio In primo piano

Bando FISR 2020 legato a tematiche Covid: finanziato anche un progetto del prof. Tiraboschi

Unimore prosegue nel suo impegno che fin dal principio la vede coinvolta in importanti attività di ricerca e di analisi sulle tematiche connesse alla pandemia: è di questi giorni, infatti, la comunicazione dei progetti selezionati in risposta al bando “Fisr 2020 - Covid - prima fase” che vede l’Ateneo affermarsi a livello nazionale, con ben cinque progetti ritenuti meritevoli di finanziamento, due dei quali con coordinamento proprio di Unimore.
Il bando, emanato dal Ministero per l’Università e la Ricerca, richiedeva la presentazione di progetti scientifici finalizzati ad affrontare le nuove esigenze e questioni sollevate dalla diffusione del virus SARS-Cov-2 e dell’infezione Covid-19. Alla scadenza dei termini fissati sono state presentate, per le tre Aree previste dall’Avviso (Life Sciences; Physics and Engineering; Social Sciences and Humanities), ben 2.559 proposte progettuali, sottoposte alla valutazione di 1.300 esperti indipendenti da cui sono state acquisite ben 8.136 valutazioni.
In particolare, tre erano gli obiettivi del bando: la risposta all’emergenza, sviluppando soluzioni relative alla fase di espansione della pandemia; la gestione della riorganizzazione delle attività e dei processi; la prevenzione del rischio, sviluppando soluzioni volte a contrastare e contenere gli effetti di eventuali future pandemie.
Tre sono stati i progetti che vedono impegnata Unimore insieme ad altri Atenei approvati dal Ministero nell’area tematica cosiddetta ‘Social Humanities’: tra questi, il progetto RESTART, iche vede coinvolti per Unimore il Prof. Michele Tiraboschi, Ordinario di Diritto del Lavoro presso il Dipartimento di Economia “Marco Biagi” e il Dott. Emanuele Dagnino, Ricercatore presso il medesimo Dipartimento.
Il progetto ha come obiettivo l'elaborazione di linee guida per la gestione del lavoro nella fase pandemica che, grazie alla analisi delle potenzialità e delle criticità dell'esperienza dei protocolli stipulati dalle parti sociali e a livello aziendale, consentano di approntare le misure necessarie per garantire la sicurezza dei lavoratori nella fase attuale, ma anche per prevenire potenziali rischi futuri a lungo o a breve termine. Tali linee guida, supportate da una banca dati delle prassi negoziali occorse negli ultimi mesi, sono dirette ad individuare le condizioni ottimali per la garanzia dei diversi diritti e interessi in gioco, anche al fine di creare un clima di fiducia tra le parti coinvolte e nel mondo produttivo in generale.

[Ultimo aggiornamento: 11/06/2021 08:09:35]